Fondazione AM per Lizori

Lizori è un esempio di come il privato e il pubblico possono collaborare concretamente. Il caso più recente è il rifacimento della pubblica illuminazione lungo le stradine del Borgo e la realizzazione ex novo dell’illuminazione artistica delle mura e delle torri, portata a termine a fine 2015. L’intervento, fortemente voluto da quanti si prendono cura del luogo e hanno a questo scopo sensibilizzato l’Amministrazione comunale di Campello sul Clitunno, è stato reso possibile dalle erogazioni liberali di soggetti privati, che hanno cofinanziato l’opera. Lampade rigorosamente fatte a mano (pur se dotate di tecnologie alquanto sofisticate, come per l’utilizzo del sodio ad alta pressione e quindi capaci di garantire il massimo risparmio energetico e rinnovare quel ‘patto di alta ecobiologia’ sui cui Lizori si fonda).
Una luce calda che non distorce affatto i colori ed anzi esalta i cromatismi naturali delle pietre…
Una luce che avvolge in una morbida nuvola d’oro lo skyline di Lizori, acceso sulla valle e attraente fino alle sue più lontane latitudini.

Promuovere al suo interno attività formative, eventi culturali e scientifici di respiro anche internazionale. Incentivare nuove attività d’impresa,  botteghe artigiane, servizi turistici. Sono alcune delle mission perseguite, investendo nel luogo, dalla “Fondazione di ricerca scientifica e umanistica Antonio Meneghetti”: proprio quelle mission che garantiscono la piena e piacevole fruibilità del Borgo. Proficuo e molto attivo il rapporto di collaborazione instaurato a questo scopo dalla Fondazione con le Istituzioni del territorio. Una partnership in virtù della quale, tra le altre cose, è la Fondazione ad aver acquisito la gestione diretta di alcuni spazi di proprietà comunale presenti all’interno del Borgo: ad iniziare da Palazzo Ducale,  i cui spazi interni ed esterni sono stati riqualificati e recuperati alla piena fruibilità e che è stato così finalmente riaperto al pubblico.

Visita il sito

Per Amare Lizori…

alizori

  • A_LIZORI-pagine

    Richiedi la tua A, disponibile in varie colorazioni alla mail: lizori@fondazionemeneghetti.ch

  • L’intervento di riqualificazione del Borgo è stato condotto con risorse esclusivamente private, investite da decine di persone, accomunate da entusiasmo e passione, non solo per acquistare e ristrutturare, ciascuno, la propria unità immobiliare (ruderi), ma anche per restituire alla fruizione collettiva tutti gli spazi di uso comune. Senza sussidi né sponsor, senza finanziamenti pubblici o di terzi, senza alcun intento speculativo.

    Il Progetto “Una A per Lizori” è una iniziativa promossa dalla Fondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti (ente svizzero no profit).

    Potrai ricevere una A con una minima donazione. Tutti i proventi derivanti da questo progetto saranno utilizzati dalla Fondazione per incrementare attività culturali, ricreative, scientifiche e artistiche nel rispetto di quei valori umanistici che hanno dato i natali alla rinascita di questo Borgo.

a-per-lizori-scultura

 

 

Potrai contribuire al Progetto di Lizori con l’acquisto del fotocalendario edito nel 2016 dalla Fondazione AM in occasione dei 40 anni dell’avvio della ristrutturazione del Borgo. Un calendario con bellissime foto, cenni storici e curiosità sul Borgo.

ACQUISTA ORA il FOTOCALENDARIO DI LIZORI

 

 

Oppure è possibile contribuire acquistando il DVD di “Lizori – Un Borgo per il Terzo Millennio” che in oltre due ore di filmato, racconta come è nato questo progetto e come è stato realizzato.

ACQUISTA ORA il DVD DI LIZORI

 

 

 

 

E’ a disposizione anche il libro di “Lizori, un luogo cantiere dove ritorna l’uomo” che attraverso la narrazione di diversi autori viene spiegato il recupero di un luogo prestigioso del passato a funzione dell’uomo del Terzo millennio.

 

ACQUISTA ORA il LIBRO DI LIZORI

 

Tutti i proventi derivanti da queste iniziative saranno utilizzati dalla Fondazione per incrementare attività culturali, ricreative, scientifiche e artistiche nel rispetto di quei valori umanistici che hanno dato i natali alla rinascita di questo Borgo.